Le ingerenze russe e le debolezze democratiche

300 milioni di dollari destinati a partiti, fondazioni, centri di ricerca, pubblicazioni. A tanto ammonterebbe la cifra spesa dalla Russia dal 2014 a oggi per influenzare la vita politica in altri paesi, secondo un rapporto dell’intelligence del Dipartimento di Stato. E, si afferma a Washington, quanto scoperto e documentato costituirebbe in realtà solo la “punta… Continua a leggere Le ingerenze russe e le debolezze democratiche

Quel che resta dell’11 settembre

Arriva un altro anniversario degli attentati dell’11 settembre 2001. E con esso le celebrazioni, i ricordi, la memoria. Che pur vivida e ancora forte, tende col tempo a farsi inevitabilmente più sfocata. Con essa, si fanno e rifanno i bilanci di un evento cruciale della storia contemporanea. Per capire quanto quel giorno abbia davvero costituito… Continua a leggere Quel che resta dell’11 settembre

Il nesso nazionale-internazionale nella campagna elettorale italiana

La campagna elettorale italiana entra nelle sue ultime e decisive settimane. E come è normale che sia, il contesto internazionale influenza, talora in modo decisivo, i termini del dibattito e i contenuti delle proposte politiche. L’Italia ha partecipato attivamente ai processi d’integrazione, globale ed europea, che hanno segnato la storia degli ultimi decenni. Vi ha… Continua a leggere Il nesso nazionale-internazionale nella campagna elettorale italiana

Il triste stato dei National Archives di College Park

Se lo stato di un paese lo si vede (anche) dalla condizione dei suoi archivi nazionali, beh allora il declino americano pare essere incontestabile. Era un bel po’ di anni, una decina almeno, che non venivo ai NARA di College Park. Nei 15 anni precedenti di loro frequentazione avevo visto, come tutti, il calo dei… Continua a leggere Il triste stato dei National Archives di College Park

Un mid-term anomalo?

Solo un paio di mesi fa, una larga vittoria repubblicana alle elezioni di mid-term del prossimo novembre era considerata scontata da quasi tutti i commentatori. La forte impopolarità di Biden, le divisioni interne ai democratici, la loro incapacità di far passare al Congresso qualsivoglia provvedimento legislativo, la fiammata inflazionistica: questi e altri fattori sembravano rendere… Continua a leggere Un mid-term anomalo?

Al lupo, al lupo: c’è un’antisemita a sinistra

La discussione è aperta, ci mancherebbe, e per lo studioso la de-storicizzazione di concetti specifici e contestuali è sempre molto, molto problematica. Ma di apartheid rispetto alle politiche usate da Israele, ovvero dai governi israeliani degli ultimi 20 anni nei territori occupati, hanno parlato: L’ex presidente statunitense Jimmy Carter nel suo famoso libro del 2006… Continua a leggere Al lupo, al lupo: c’è un’antisemita a sinistra

La calda estate della politica statunitense

È un’estate molto calda, questa, per la politica statunitense. Le tante indagini in corso su Donald Trump; la clamorosa perquisizione della villa dell’ex Presidente da parte dell’FBI; l’approssimarsi del voto di mid-term per l’intera Camera dei Rappresentanti e poco più di un terzo del Senato (oltre al rinnovo di gran parte delle assemblee legislative statali… Continua a leggere La calda estate della politica statunitense

La politica sporca, cinica e irresponsabile

La politica può essere brutale, cinica e, anche, molto sporca. Difficile immaginare però un gioco più cinico e, appunto, sporco di quello giocato dal partito democratico statunitense in alcune competizioni elettorali di questo interminabile ciclo pre mid-term. I democratici hanno infatti deciso d’intervenire attivamente in numerose primarie repubblicane, sostenendo (con finanziamenti diretti o pubblicità elettorali)… Continua a leggere La politica sporca, cinica e irresponsabile

E allora Obama?

“E allora Obama che si è portato più di trenta milioni di documenti a casa sua a Chicago?”. Risponde così Trump alla vicenda dei documenti secretati che avrebbe dovuto trasferire ai National Archives (NARA) e che invece custodiva illegalmente nella sua residenza privata di Mar-a-Lago. Dai NARA precisano immediatamente che i “milioni” di documenti sono… Continua a leggere E allora Obama?

L’FBI a Mar-a-Lago

C’è molto, moltissimo che ancora non sappiamo rispetto alla decisione dell’FBI di perquisire l’abitazione dell’ex Presidente Donald Trump a Mar-a-Lago in Florida. Ignoti sono per il momento i motivi che hanno indotto un giudice federale e, presumibilmente, i vertici del Dipartimento della Giustizia ad autorizzare l’azione. E ignoti sono quindi i crimini potenziali sui quali… Continua a leggere L’FBI a Mar-a-Lago